Roma, controlli della polizia: chiusi tre locali, otto denunciati

Roma, 21 dic. (LaPresse) - Tre cessazioni di attività, una chiusura temporanea, prodotti esplodenti, apparecchi per videogiochi e computer sequestrati, otto persone denunciate. Sono questi gli esiti di verifiche effettuate negli ultimi giorni dalla polizia di Roma. I controlli hanno riguardato diverse attività. A San Giovanni, all'interno di un negozio di casalinghi, sono stati trovati e sequestrati prodotti esplodenti in quanto non conformi senza autorizzazione per la vendita; denunciato il titolare, un 28enne cinese. Al Ttiburtino è stato invece chiuso un bar per problemi di Ordine Pubblico. In più di un occasione la polizia aveva infatti già sanzionato il titolare per la vendita di bevande alcoliche oltre l'orario consentito. Ieri il provvedimento di chiusura per 15 giorni.

In un esercizio commerciale di Sacrofano invece, a seguito di controlli, sono stati sequestrati 2 apparecchi videogiochi non a norma, e 4 computer utilizzati per la raccolta scommesse illegale; denunciato un 25enne romeno titolare dell'attività. Le 3 cessazioni di attività hanno invece riguardato un'associazione culturale a Tor Vergata - in quanto il gestore è stato trovato in possesso di cocaina - un circolo privato al Casilino e una discoteca a San Lorenzo, entrambi privi delle necessarie autorizzazioni. Quattro infine i titolari di istituti di vigilanza denunciati per violazioni del regolamento questorio, e in un caso per false attestazioni in atto pubblico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata