Roma, confisca di beni per oltre 43 mln a gruppo dedito a traffico droga
Sotto sequestro aziende, immobili, auto e moto riconducibili al gruppo Anderlucci

I finanzieri di Roma hanno sottoposto a confisca 18 aziende, immobili, auto e moto, oltre che numerosi rapporti finanziari, per un valore complessivo di oltre 43 milioni di euro, riconducibili al gruppo Anderlucci. Lo rende noto un comunicato della Guardia di finanza. Il gruppo fa capo a Sergio Anderlucci, già indagato per reati in materia di traffico di droga.

Le complesse indagini patrimoniali, coordinate dalla procura della Repubblica presso il Tribunale di Velletri, hanno consentito di confermare le evidenze investigative in precedenza acquisite sull'esistenza di un gruppo criminale. Questo, attingendo a risorse finanziarie rinvenienti principalmente dallo spaccio e dal traffico di sostanze stupefacenti, ha costituito una serie di società aventi prevalentemente sede nel ad Albano Laziale, in provincia di Roma, operanti in svariati settori economici, alcune delle quali poi utilizzate per la commissione di ulteriori illeciti di natura penale tributaria.
 

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata