Roma, Bonisoli: "Crollo in chiesa? Le responsabilità sono chiare"
Il ministro fa sapere di avere avviato un'ispezione per sapere come è potuto accadere l'incidente nel centro della Capitale

"È molto più semplice di quello che sembra. Ci sono delle chiare responsabilità" per quanto riguarda il crollo nella chiesa di san Giuseppe dei Falegnami a Roma, dato che "la tutela è della Soprintendenza". Lo dice il ministro della Cultura, Alberto Bonisoli in un'intervista al Messaggero. "Abbiamo avviato un'ispezione - fa anche sapere il ministro - e vogliamo sapere cosa è successo. L'ultima cosa che voglio ora è fare una caccia al responsabile. Non mi interessa. Voglio evitare che accada ancora. Dopodichè la magistratura c'è per verificare le responsabilità. E soprattutto spero di saperlo io nel giro di qualche giorno".

Per Bonisoli "l'ispezione riguarda il complesso della chiesa, la tutela, che tipo di lavori sono stati fatti in passato e chi ha controllato. Tutto in parallelo con l'inchiesta della Magistratura. E deve andare avanti per assicurare che non accadano più simili disastri". "Il vero tema - spiega Bonisoli - è che siamo di fronte al caso di una chiesa aperta al pubblico. Mi rendo conto che faccia clamore il fatto che l'edificio sia nel cuore di Roma, ma poteva essere anche la chiesa più remota d'Italia, l'effetto è lo stesso. Dirò di più: in questo momento non mi interessa neanche di chi sia la proprietà". "Il tema che mi preme - aggiunge - è che è venuto giù un soffitto che non doveva crollare. A questo punto dobbiamo porci il problema di capire che cosa si può fare per evitare situazioni di questo tipo".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata