Roma, arrestato in Spagna latitante per rapina in villa del 2010

Roma, 3 nov. (LaPresse) - I carabinieri del nucleo investigativo di Roma hanno localizzato e arrestato, con la collaborazione della polizia spagnola, il latitante Lorenzo Saracchini, 58enne, ricercato da mesi perchè ritenuto responsabile di avere partecipato ad una rapina commessa la sera del 13 marzo 2010 da un commando di 5 uomini in una villa del quartiere romano dell'Eur. L'uomo si era sottratto alla cattura nel giugno scorso, quando i militari di via in Selci si erano presentati presso la sua abitazione per arrestarlo. Riuscito ad espatriare, si era rifugiato a Palma di Maiorca dove si stava organizzando per lasciare definitivamente l'Europa per il Brasile. I carabinieri lo hanno bloccato all'interno di un internet point dell'isola, dove l'uomo si era recato per contattare i suoi favoreggiatori e definire gli ultimi dettagli della sua imminente fuga in Sudamerica. L'arresto di Saracchini segue quello degli altri componenti della banda, tutti pregiudicati romani con trascorsi criminali, che, travisati e armati di pistole semiautomatiche, avevano messo a punto ed eseguito la rapina all'interno della villa di un anziano costruttore romano, sequestrandolo insieme alla moglie e obbligandolo a consegnare valori per oltre 150mila euro. Il colpo era stato minuziosamente preparato dalla banda di rapinatori che avevano seguito per giorni la vittima, applicando un gps sotto la sua autovettura e posizionando una telecamera nascosta all'esterno della villa per studiarne le abitudini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata