Roma, 28 arresti stroncano organizzazione di traffico di transessuali

Roma, 8 ott. (LaPresse) - I carabinieri di Roma stanno eseguendo 28 ordinanze di custodia cautelare (24 in carcere e 4 agli arresti domiciliari) per il reato di associazione per delinquere finalizzata alla tratta di esseri umani, al favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione maschile di tipo transessuale, nonché all'introduzione e alla permanenza nel territorio nazionale di transessuali da destinare alla prostituzione. L'operazione, ancora in corso tra il Lazio, la Campania e l'Umbria, ha consentito di accertare che l'organizzazione criminale, composta da italiani e brasiliani, era specializzata nel reclutare i transessuali nel Sud America per poi farli arrivare in Italia attraverso i confini di altri Paesi europei. Le vittime della "tratta", per la maggior parte abitanti nelle favelas brasiliane, ricevevano direttamente a casa, via posta, il biglietto aereo con il quale imbarcarsi all'aeroporto di Rio de Janeiro per poi giungere a Parigi, Madrid, Budapest, Bucarest, Zurigo. Decine le perquisizioni in corso, nel Lazio, Campania, Umbria e Toscana, nonché 12 i decreti di sequestro preventivo di immobili già destinati all'illecita attività di meretricio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata