Rimini, Polonia vuole estradizione branco. Butungu nega: "Dormivo"
Il presunto capo banda smentisce la versione dei tre minorenni: "Avevo bevuto e mi sono addormentato in spiaggia"

La Polonia ha intenzione di chiedere l'estradizione dei quattro arrestati per gli stupri di Rimini, come ha preannunciato il vice ministro della giustizia polacco Patryk Jaki, ma il 'branco', in base a quanto prevede la legge italiana, dovrà essere processato nel nostro Paese per i reati commessi. Lo ha spiegato una fonte investigativa. Domani i quattro arrestati affronteranno l'interrogatorio di convalida davanti al gip.

Il presunto capo banda, il 20enne congolese Guerlin Butungu, difeso dall'avvocato Daria Perruzza, dovrà comparire davanti al gip di Rimini, mentre per i due fratelli marocchini di 15 e 16 anni e il quarto complice, un 17enne nigeriano, procede il Tribunale per i Minorenni di Bologna.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata