Rimini, evasione, riciclaggio e frode a Inps: 11 misure cautelari

Rimini, 2 ott. (LaPresse) - Le fiamme gialle di Rimini stanno dando esecuzione, dalle prime ore di questa mattina, alla fase finale di una vasta operazione di polizia economico-finanziaria, a contrasto delle frodi fiscali e previdenziali, del riciclaggio di proventi illeciti, nonché di reati di frode e distrazione fallimentari, che vede tra i soggetti coinvolti anche un funzionario dell'Agenzia delle Entrate-Riscossione.

I finanzieri del nucleo di polizia economico-finanziaria e del gruppo di Rimini, - coordinati dalla Procura della Repubblica di Rimini - stanno eseguendo un'ordinanza, con la quale, all'esito di una complessa operazione di polizia economico-finanziaria a tutela delle entrate fiscali e previdenziali, sono stati disposti 2 arresti in carcere, 4 arresti domiciliari e 5 misure dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, nei confronti di 11 indagati di far parte di un'associazione per delinquere – con base a Rimini – ritenuta responsabile di aver ideato ed eseguito (dal 2011) un sofisticato meccanismo di frode, che ha consentito di ottenere, frodando sistematicamente il Fisco e riciclandone i proventi, arricchimenti per svariati di milioni di euro, anche ai danni dell'Inps, attraverso la compensazione di falsi crediti fiscali.

I particolari sull'operazione Calypso verranno forniti oggi stesso nel corso di una conferenza stampa, che si terrà alle 11 presso la Procura della Repubblica di Rimini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata