Rimini, 3 arresti e 19 denunce per rissa pre partita contro il Teramo

Rimini, 21 nov. (LaPresse) - Prima dell'inizio della partita di Lega pro tra Rimini calcio e Teramo, alle 14.30 circa, nei pressi dello stadio comunale di Rimini Romeo Neri, alcuni supporter teramani, a bordo di due auto ed un pulmino, per raggiungere lo stadio hanno deciso di percorrere via Pascoli, sfilando proprio davanti al noto Bar Pascoli, abituale ritrovo della tifoseria riminese. Alcuni tifosi riminesi hanno iniziato a insultare i tifosi rivali, i quali hanno risposto a loro volta. Ne è nata una rissa al termine della quale 3 persone sono state arrestate e 19 denunciate.

La polizia è intervenuta con un lacrimogeno per disperdere i tifosi. Un minorenne in particolare è stato denunciato per possesso di fuochi artificiali in occasione di manifestazioni sportive. Tutti i 19 tifosi coinvolti inoltre sono state denunciati per rissa e per danneggiamento. I poliziotti hanno provveduto a denunciare uno dei 17 tifosi per resistenza a pubblico ufficiale e per rifiuto di dichiarare le proprie generalità. Gli approfondimenti hanno infine consentito di accertare che i 19 tifosi teramani - arrivati a Rimini con il preciso intento di non entrare allo stadio non avendo né biglietto né tessera del tifoso - erano stati già destinatari di precedenti Daspo (già scaduti) e comunque già noti alle forze di polizia per precedenti penali specifici.

Sono stati inoltre sequestrati artifici pirotecnici e una serie di aste, che presumibilmente i tifosi teramani avrebbero tentato di introdurre all'interno dello stadio. Sono in corso ulteriori indagini e sono state avviate le procedure per l'emissione dei Daspo agli interessati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata