Ricatto per video hard: Michela suicida a 22 anni
Una giovane barista di Porto Torres si è tolta la vita dopo la diffusione di immagini personali girate a sua insaputa: tre gli indagati

Sesso, alcol, cocaina. Un video, girato in un momento di debolezza o forse a sua insaputa, che doveva restare privato. E invece arriva il ricatto: dacci i soldi o lo vedranno tutti. Un peso, quello della vergogna, amplificato da una piccola città e il suicidio come unica via per mettere fine al calvario.

È la storia di Michela Deriu, una barista 22enne di Porto Torres, che nella notte tra il 4 e il 5 novembre ha deciso di togliersi la vita a casa di un'amica sull'isola della Maddalena. Una storia non nuova, a poco più di un anno dalla morte di Tiziana Cantone, la ragazza campana suicida in circostanze simili. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata