Riace, revocati i domiciliari al sindaco Lucano

Dopo due settimane sono stati revocati gli arresti domiciliari al sindaco di Riace Mimmo Lucano, sostituiti dal divieto di dimora nel territorio del Comune jonico. Lo ha deciso il tribunale del Riesame. Il provvedimento era stato preso dal giudice di Locri contro il primo cittadino per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e illecito affidamento dei servizi della raccolta differenziata. Per Lucano, che al momento rimane sospeso dalla carica di sindaco, i domiciliari erano scattati il 2 ottobre.