Reggio Emilia, cocaina nelle arance: arrestato
Era in possesso di circa un etto di droga

Reggio Emilia, 26 giu. (LaPresse) - Arrivato dalla svizzera in treno era stato arrestato perché trovato in possesso di oltre un etto di cocaina suddivisa in ovuli occultati all'interno di 5 arance. Condannato lo scorso mese di marzo dal tribunale di Verbania a 3 anni, 10 mesi, 20 giorni e 12.000 euro di multa, un 22enne nigeriano, domiciliato a Reggio Emilia, aveva poi ottenuto il beneficio degli arresti domiciliari presso l'abitazione di un connazionale ubicata nel capoluogo reggiano con il divieto di comunicare con persone diverse dal soggetto convivente che l'ospitava.

Durante alcuni controlli, operati dal personale della questura reggiana, a casa del 22enne in ben 2 circostanze è stata rilevata la presenza di estranei tra cui anche pregiudicati. Su richiesta della Procura, il gip del tribunale di Verbania, che aveva emesso il beneficio dei domiciliari, ha stabilito la revoca del provvedimento e il ripristino della custodia cautelare in carcere. Il provvedimento è stato quindi trasmesso ai carabinieri della stazione di Corso Cairoli insieme al personale della questura reggiana che aveva accertato gli illeciti in premessa, conducendo il 22enne in carcere.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata