Reggio Calabria, maxi-evasione fiscale da oltre 4,5 milioni
Responsabile una società operante nel commercio all'ingrosso di mobili

Le fiamme gialle  del comando provinciale della guardia di finanza di Reggio Calabria hanno scoperto, al termine di una complessa attività di indagine, una maxi evasione fiscale perpetrata da una società operante nel settore del commercio all'ingrosso di mobili.

L'attività ispettiva, supportata da numerosi riscontri esperiti nei confronti di clienti e fornitori operanti sull'intero territorio nazionale e dall'incrocio dei dati presenti nelle banche dati in uso al Corpo, ha consentito di rilevare cospicui movimenti di denaro di denaro per un giro d'affari, nascosto al fisco, di oltre 4,5 milioni di euro.

Particolarmente difficoltosa è stata la ricostruzione investigativa operata dalle fiamme gialle, vista la mancanza delle scritture e dei registri contabili obbligatori posta in essere, nel tempo, dai responsabili dell'azienda.

E' stata individuata, inoltre, la figura di un amministratore di fatto, peraltro gravato da precedenti penali in materia tributaria, il quale ha fittiziamente rivestito il ruolo di dipendente della società gestendo tutte le dinamiche societarie con l'obiettivo di far ricadere eventuali responsabilità amministrative o penali ad ignari e terzi soggetti.

I finanzieri hanno pertanto denunciato i rappresentanti legali della società e l'amministratore di fatto per l' omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata