Rapina in centro scommesse a Palermo, in fin di vita uno dei due ladri

Palermo, 7 set. (LaPresse) - Rapina ai danni di un centro scommesse nel cuore del villaggio santa Rosalia, a Palermo. Mentre due dipendenti del centro stavano effettuando le pulizie nel locale, due giovani, travisati da calza di nylon e armati di coltello, hanno fatto irruzione ed hanno iniziato a malmenare il 39enne e a minacciare la compagna 19enne, obbligandoli a consegnare loro le chiavi della cassaforte. Quando i due hanno spiegato di non essere in possesso delle chiavi, i rapinatori hanno aperto i cassetti del bancone e hanno portato via circa 2mila euro. Mentre i rapinatori fuggivano, l'uomo ha tentato di seguirli ma i due sono tornati indietro per intimorirlo. A questo punto l'uomo ha afferrato un estintore e ha colpito alla testa i due malviventi. Uno dei due rapinatori è riuscito a darsi alla fuga, mentre il complice è rimasto al suolo perdendo conoscenza. Il rapinatore, un palermitano 49enne, dopo essere stato sottoposto a delicato intervento chirurgico al cranio si trova attualmente ricoverato in sala rianimazione dell'Ospedale Civico, in grave pericolo di vita. Le due vittime della rapina sono state trasportate al policlinico per ferite varie, ma non sono in pericolo di vita. Le indagini proseguono al fine di ricostruire precisamente l'accaduto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata