Ragusa, sparatoria tra parenti di 2 fidanzati: sei fermati

Ragusa, 12 nov. (LaPresse) - Una lite tra una coppia di giovani ragazzi in un rapporto sentimentale: sarebbe questa la causa della sparatoria di ieri sera a Vittoria, in provincia di Ragusa, in una zona vicina al mercato dei fiori.

Immediatamente sul posto gli agenti della questura di Ragusa e del commissariato di Vittoria, allertati da alcune telefonate. Contemporaneamente, davanti al piazzale del commissariato è arrivata in auto una signora in preda al panico. Ha raccontato che mentre era alla guida della sua auto, ha visto un gruppo di persone che litigava ai margini della strada, li ha superati e subito dopo ha sentito alcuni forti botti, come dei colpi di pistola, ed un rumore fortissimo al cofano posteriore della sua auto. Si è messa a correre cercando aiuto e giungendo fino al commissariato di polizia. Gli agenti hanno controllato l'auto; sul cofano, all'altezza di un metro da terra il foro d'entrata di una pallottola.

Sul posto i poliziotti hanno cercato tracce e testimoni. Sulla strada si rilevano due bossoli di pistola calibro 7.65, i testimoni riferiscono di una rissa tra sei persone, poi di avere sentito alcuni spari; notizie confuse e generiche ma che bastano ad individuare i soggetti coinvolti nella vicenda.

Uno ad uno i protagonisti della vicenda sono stati rintracciati e condotti in commissariato, dove sono stati ascoltati i testimoni.

Protagonisti una coppia di ragazzi ventenni si frequenta da alcune settimane in un rapporto molto turbolento e violento. Domenica sera l'ennesima lite che degenera velocemente. La ragazza torna a casa col volto tumefatto, i genitori la vedono e le chiedono cosa sia successo, lei minimizza e vuole che non si immischino. Il padre riesce a sapere qualcosa e fa dei tentativi per parlare col ragazzo autore di quelle lesioni, per le quali peraltro la ragazza si ostina a non farsi medicare e refertare al pronto soccorso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata