Raggi: Trattative con la procura di Roma? Solo fantasie
La sindaca ai cronisti: "Rinvio a giudizio? Chiedetemelo se succederà"

"Dopo le false ricostruzioni di telefonate tra me e Beppe Grillo (ovviamente smentite), viene persino inventata una fantomatica "trattativa" in corso con la Procura di Roma". Queste le parole della sindaca di Roma Virginia Raggi su Facebook. "Mi spiace per chi inventa ma quanto ho da dire lo dirò, come è corretto che sia, ai magistrati; il resto sono 'fantasie' anche molto pesanti che, a questo punto, saranno valutate dai magistrati", prosegue Raggi.

Ai cronisti, presenti davanti al Campidoglio, che le chiedono come si comporterebbe in caso di rinvio a giudizio nei suoi confronti, la sindaca risponde: "Questo chiedetemelo se e quando succederà".

"Ricordatevi che dovete raccontare la verità della notizia. Ricordatevelo, fa parte dei vostri doveri: ve lo ricordate, ragazzi? Non si inventa. Qual è la verità? Questo lo dovreste sapere, no? Visto che sapete tutto", aggiunge Raggi, rivolgendosi ancora ai giornalisti mentre lascia la Protomoteca del Campidoglio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata