Raggi: Non penso a dimissioni, M5s non si finanzia con le polizze
"Mi sento ancora nel Movimento, stop al gossip", ribadisce. Romeo: Polizze fatte per stima, tra di noi nessuna relazione

"Mi sento ancora nel M5S e non penso affatto alle dimissioni". Risponde così ai giornalisti la sindaca di Roma, Virginia Raggi, lasciando casa all'indomani dell'interrogatorio fiume sulle nomine in Campidoglio. "Sfiducia e dimissioni  non sono ipotizzabili", precisa ancora. E sulla polizza intestatale da Salvatore Romeo, la sindaca ribadisce: "Non ne sapevo nulla, queste polizze possono essere fatte senza informare il beneficiario, non devono essere controfirmate".  Da quanto si apprende, in realtà, sarebbero due le polizze sulla vita stipulate da Romeo che hanno Raggi come beneficiaria: una, senza scadenza, ammonta a 30mila euro; l'altra, di tremila euro, scadrà nel 2019.

Le polizze sono strumenti di investimento finanziario che Romeo utilizza da anni e che, secondo la testimonianza di Raggi e di altri militanti del M5S sentiti nei giorni passati dagli inquirenti, non sono mai stati usati per gestire i soldi del movimento. Le causali indicate in ogni polizza da Romeo sono spesso evidentemente farlocche, come nel caso in cui indica come 'figlia' una donna nove anni più giovane di lui, e farebbero riferimento, anche nel caso di Virginia Raggi, alla sfera di rapporti personali.

"Del fatto che Roma abbia approvato il bilancio preventivo in tempi record il 31 gennaio, prima delle altre grandi città, non ho visto che qualche trafiletto. Basta gossip. Sono sindaco di una Capitale che deve rinascere" ha scritto su Facebook oggi Raggi. "Sono diventata Sindaco perchè i romani hanno creduto nel programma del MoVimento 5 Stelle - aggiunge - La prossima settimana inizierà il piano buche che sarà solo il primo di una lunga serie di interventi per sistemare Roma".
 

NON CI FINANZIAMO CON LE POLIZZE. "Le polizze non sono lo strumento per finanziare il M5S, il M5S riceve solo microfinanziamenti". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi alla registrazione di 'Bersaglio Mobile' questa sera in onda su La7 in merito alla polizza in suo favore di Salvatore Romeo, descritta come un sistema di finanziamento basato sulle scatole cinesi dal Cinquestelle Vittorio Bertola. "Sto sentendo molte ricostruzioni fantasiose. Chi ha diffuso notizie false ne risponderà". 

"Romeo lo abbiamo conosciuto nel 2013 quando siamo entrati. Lui era molto stimato nel tavolo Bilancio. Lui ci ha aiutato tantissimo quando eravamo in Consiglio, ha aiutato noi e tutti gli altri consiglieri. Lui ci ha presentato Marra durante la campagna elettorale" ha precisato Raggi. "Quello che è fatto alle nostre spalle non ci può essere addebitato". "Certo, assolutamente" c'era un buon rapporto con Romeo prima delle elezioni e "non ho avuto l'impressione che puntassero su di me già prima delle comunarie" ha aggiunto Raggi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata