Punta pistola contro agenti: fermato fratellastro di Antonio Cassano
L'episodio è avvenuto a Bari, Giovanni Cassano era riuscito a fuggire ma è stato rintracciato

Giovanni Cassano, fratellastro del calciatore Antonio Cassano, è stato fermato dalla polizia. Oggi gli agenti della squadra mobile di Bari hanno eseguito il fermo per porto e detenzione di arma da fuoco, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. I fatti risalgono al 4 novembre scorso quando i 'falchi' della pattuaglia in moto in abiti civili avevano notato nel quartiere 'Libertà' due uomini, Giovanni Cassano e un'altra persona ancora da rintracciare, che si nascondevano dietro ai cassonetti dell'immondizia. Cassano in quell'occasione indossava una parrucca e un giubbotto antiproiettile e ha puntato la pistola contro gli uomini della mobile. Appena capito che erano poliziotti, i due si sono dati alla fuga in direzioni opposte. Nell'inseguimento Giovanni Cassano è stato bloccato ma grazie alla complicità di alcuni abitanti del quartiere è riuscito a liberarsi dalla presa degli agenti e a mettersi nuovamente in fuga. Gli agenti però hanno trovato sia la parrucca sia il giubbotto che aveva addosso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata