Psicoterapeuta: Abusi in asilo? Trauma rimane a lungo
Lo ha spiegato a La vita in diretta la psicoterapeuta Maria Malucelli

"Era una persona strana di carattere, ogni volta si lamentava ed era smaniosa. La smania non è adatta per i bambini". Così una vicina parla ai microfoni de 'La vita in diretta' su Rai1 dell'educatrice dell'asilo comunale 'degli orrori', 'Il nido del Parco' nel quartiere Aurelio a Roma, arrestata ieri. Neonati tra i 12 e i 24 mesi sarebbero stati strattonati, schiaffeggiati e forzati a mangiare. L'inviata del programma riferisce anche di un colloquio avuto con diverse mamme, che avevano segnalato la maestra al municipio otto anni fa. "Noi nasciamo con l'unità di carezze, che è essenziale nei primi quattro anni. Un maltrattamento del genere è un trauma che rimane per molto tempo, il bimbo può diventare un adulto con una paura per l'altro e una difficoltà a socializzare, oppure un irrequieto che evaderà ogni regola. I segnali di un maltrattamento simile? Mancanza di appetito", ha spiegato in studio la psicoterapeuta Maria Malucelli.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata