Provoca incidente e si uccide col coltello

Torino, 5 gen. (LaPresse) - Un uomo di 43 anni, italiano, è stato trovato morto con un coltello piantato nello stomaco, alle 7 di questa mattina a Vinovo, nel torinese, lungo la strada La Loggia, vicino alla centrale elettrica. A fare il macabro ritrovamento è stato un volontario della Croce rossa. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, intervenuti sul posto, l'uomo ha avuto un incidente stradale a pochi passi dal luogo in cui è stato rinvenuto cadavere. Il 43enne era a bordo di una Golf grigia quando si è scontrato con una Ka. Dopo l'impatto si è fermato a soccorrere l'uomo e la donna che erano sull'altra auto, ma nessuno dei due era ferito in modo grave. Del periodo tra il momento dell'incidente a quello del ritrovamento del corpo, però, non si conosce ancora alcun dettaglio.

La vittima si chiamava Dino Armarolli, aveva 43 anni e viveva a Piobesi, nel torinese. Sul caso l'ipotesi è che si sia trattato di suicidio. Secondo i primi accertamenti fatti sul posto dai carabinieri e dal medico legale, Roberto Testi, l'uomo si sarebbe ucciso con il coltello da cucina che quotidianamente portava con sé al lavoro nella borsa in cui teneva il pranzo. Lavorava a Moncalieri, nel torinese, presso la Bienne srl, un'azienda che che si occupa di verniciatura industriale. Ai familiari aveva confessato di aver paura di perdere il lavoro, ma ancora non è chiaro se sia stato questo timore a spingerlo al suicidio dopo l'incidente di questa mattina in strada La Loggia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata