Primo maggio, scontri a Torino tra centri sociali e polizia
Lo spezzone sociale voleva raggiungere piazza San Carlo

Scontri e tensioni al corteo del primo maggio di Torino. All'imbocco di via Roma il corteo dei centri sociali ha cercato di raggiungere piazza San Carlo dove parlava la segretaria torinese della Cgil Enrica Valfrè. 

La polizia ha bloccato i manifestanti per impedire loro l'accesso in piazza. I dimostranti hanno così tirato uova contro le forze dell'ordine. Secondo quanto si apprende, le forze dell'ordine hanno caricato lo spezzone sociale. La Questura di Torino comunica: "Lo spezzone antagonista, composto da circa 200 persone, ha accelerato e cercato, all'altezza di via Cesare Battisti, di deviare dal percorso autorizzato. La forza pubblica si è frapposta e ha creato uno sbarramento. In testa allo spezzone, una ventina circa di persone travisate e armate di bastone, per tre volte hanno tentato di travolgere gli agenti posti a sbarramento, al fine di raggiungere il luogo dove si teneva il comizio, senza riuscirvi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata