Le prime parole di Cesare Battisti dopo l'arresto: "È tutto finito, sono malato e cambiato"

Le riporta l'ex parlamentare sardo Mauro Pili. Botta e risposta tra il fratello dell'ex terrorista e Salvini. "Lui innocente". "Vergogna, stia zitto"

"Mi dite in quale parte del mondo mi trovo? Ormai è tutto finito! ho 64 anni sono malato, sono cambiato!". Sono le prime parole di Cesare Battisti appena arrivato nel carcere di Oristano, secondo quanto scrive su Facebook l'ex parlamentare sardo Mauro Pili, raccontando il colloquio avuto con il direttore del penitenziario. "Non mi dichiaro innocente ma nemmeno mi accollo tutto ciò di cui mi accusano", avrebbe aggiunto Battisti. 

Intanto il ministro dell'Interno Matteo Salvini risponde con un tweet a Domenico Battisti, che in un'intervista ha dichiarato di credere nell'innocenza dell'ex terrorista Nar: "Secondo il fratello di Battisti, il terrorista comunista è una "vittima" e io sarei un "fascista". Che vergogna... Dovrebbe solo stare zitto, almeno per rispetto di tutte quelle persone che, per colpa di un ASSASSINO, hanno perso la vita".

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata