Prato, sesso con minore. Marito: Affronto processo a testa alta

Prato, 12 giu. (LaPresse) - "Sono tranquillo, ho la coscienza pulita, affronto il processo e la vita a testa alta. Sono rimasto sorpreso per la mia imputazione, non me l'aspettavo". Così questa mattina, il marito della donna di Prato accusata di atti sessuali e violenza sessuale nei confronti di un ragazzino, oggi 15enne, a cui dava ripetizioni private e da cui ha avuto un figlio alcuni mesi fa. Prima di entrare nel palazzo di giustizia di Prato, dove si tiene la prima udienza del processo in rito abbreviato che lo vede imputato insieme alla moglie. L'uomo è accusato di false dichiarazioni a ufficiale di stato civile poiché in una prima fase della vicenda aveva affermato di essere lui il padre del bambino nato dalla relazione della moglie con il 15enne pur sapendo, secondo l'accusa, che il bambino era stato concepito con il minore.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata