Prandelli: Io alla Sampdoria? Ferrero non mi ha chiamato

Napoli, 12 nov. (LaPresse) - "Io prossimo allenatore della Sampdoria? No, Ferrero non mi ha chiamato". E' quanto ha chiarito, in merito al suo futuro, Cesare Prandelli, accostato al club blucerchiato per il dopo-Zenga. L'ex ct della Nazionale, intervenuto ai microfoni di 'Si gonfia la rete' su Radio Crc, ha fatto il punto sul campionato: "Tutti gli sportivi tifosi sognavano una stagione come questa perché ci sono diverse squadre che possono puntare al vertice e questo fa bene a tutto il movimento calcio".

"Napoli e Fiorentina - ha spiegato Prandelli - sono le squadre che più mi entusiasmano, la Roma la considero dal punto di vista tecnico forse la più forte e c'è l'Inter che nonostante le critiche sul gioco è prima in classifica e ciò significa che ha delle qualità consolidate. Poi, ci sono squadre come la Juventus ed il Milan che stanno recuperando". Dal tecnico parole di elogio per Maurizio Sarri, "lo amo ed è facile parlare bene di lui, ma in Italia ci sono tanti allenatori preparati che stanno lavorando in categorie inferiori". "Il Napoli è una squadra organizzata e in qualsiasi situazione di gioco sa cosa deve fare. Noi con la Fiorentina siamo arrivati terzi in campionato e in semifinale di Europa League con un impianto di gioco ben definito", ha ricordato Prandelli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata