Ponte Morandi, il commerciante chiede aiuto a Salvini: "Abbiamo raschiato il fondo"

“Se tiriamo giù le serrande questo diventa un quartiere da Far West. Inoltre a noi nessuno paga l’affitto di casa”. Con queste parole un commerciante della via Fillak, la strada di Genova interrotta dal crollo del ponte Morandi, si è rivolto al ministro dell'Interno Salvini in visita nel capoluogo ligure: "Giustamente i soldi sono stati dati agli sfollati e alle vittime. Ma noi? Abbiamo raschiato il fondo". Il negoziante ha poi mostrato una lettera del padrone di casa, che probabilmente gli chiedeva i soldi dell'affitto. "Romperemo le scatole ad Anas", ha risposto il leader della Lega, in Liguria per la firma all’accordo integrato sulla sicurezza.