Ponte Morandi, a due mesi dal crollo gli sfollati rientrano a casa per recuperare i loro beni

Il forte vento ha rallentato e bloccato le operazioni, per un breve tempo. I residenti di via Porro hanno recuperato gli oggetti lasciati in fretta e furia dopo la tragedia che ha causato 43 morti

A due mesi dal crollo di Ponte Morandi, avvenuto lo scorso 14 ottobre, sono iniziate in mattinata le operazioni di recupero dei beni delle famiglie sfollate di via Porro. A dare la comunicazione, il Comune di Genova su Facebook. Il forte vento che soffia sulla città ha complicato e bloccato, per circa mezz'ora, gli interventi nelle abitazioni, poi ripresi con estrema attenzione.

Soste brevi, quindi, negli appartamenti, sufficienti però per permettere a

Nei giorni scorsi la commissione tecnica aveva dato il via libera alle operazioni, controllate dai vigili del fuoco. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata