Ponte Genova, commemorazioni della tragedia con istituzioni e familiari vittime
Ponte Genova, commemorazioni della tragedia con istituzioni e familiari vittime

In città sono attesi i parenti delle 43 vittime del disastro: non tutti, qualcuno ha già fatto sapere che non ce la farà. Poi la cerimonia istituzionale: previsti Mattarella, Conte, Salvini e Di Maio

Genova si ferma nel primo anniversario del crollo del ponte Morandi. In città sono attesi i famigliari delle 43 vittime del disastro: non tutti, qualcuno ha già fatto sapere che non ce la farà. La cerimonia si svolgerà davanti alla futura pila 9 del nuovo ponte, non ancora completata. Per consentire la più ampia partecipazione possibile verranno installati anche due maxi schermi in via 30 giugno.

Alle 10 si terrà la messa celebrata dall'arcivescovo di Genova e presidente dei vescovi europei Angelo Bagnasco. Poi la cerimonia istituzionale: previsti il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio, il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli e quello dei Beni culturali Alberto Bonisoli. Alle 11.36, il momento del crollo, tutta la città si fermerà per un minuto di silenzio mentre le campane della diocesi suoneranno a lutto.

Ci sono poi altri appuntamenti. Gli sfollati, ad esempio, si daranno appuntamento alle 11, vicino al ponte di ferro per poi gettare nel Polvecera 43 rose chiare, così come fatto ogni mese di quest'ultimo anno. Il pomeriggio invece è previsto un incontro tra i parenti delle vittime e i soccorritori che hanno operato quel terribile giorno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata