Ponte Genova, alla Fiera i funerali di Stato di 18 vittime. Applausi per i vigili del fuoco
Le esequie in programma alle 11.30 celebrate dal cardinale Angelo Bagnasco. Presente Mattarella. Alcune famiglie hanno deciso di non partecipare alla cerimonia solenne

È il giorno del dolore, ma anche della rabbia e degli interrogativi di fronte alla tragedia immane. Alla Fiera di Genova alle ore 11.30 sono in programma i funerali di Stato per 18 delle vittime del crollo di Ponte Morandi. A celebrare le esequie è il cardinale a arcivescovo di Genova Angelo Bagnasco. Presente il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e le più alte cariche dello Stato. Un forte e lungo applauso ha accompagnato l'ingresso dei vigili del fuoco nel padiglione della Fiera. 

Al padiglione Jean Nouvel sono stati messi a disposizione 1500 posti a sedere. Altri 300 sono previsti sugli spalti e 2 mila in piedi. Sotto la tensostruttura della Fiera, in uno spazio che può ospitare fino a 5 mila persone, è stato montato un maxi schermo.

Diciotto le bare all'interno del padiglione. Le famiglie di altre vittime hanno deciso di non partecipare al funerale di Stato e di far eseguire la cerimonia nelle proprie città di provenienza.

A poche ore dal funerale di Stato intanto è stata recuperata dai vigili del fuoco sotto le macerie del ponte Morandi a Genova l'auto su cui viaggiava una famiglia. Questa notte i soccorritori hanno trovato i resti di quelli che sembrerebbero tre corpi all'interno della vettura nel greto del torrente Polcevera. Il bilancio ufficiale delle vittime del crollo del ponte Morandi a Genova resta per per ora a 38 morti. Potrebbe trattarsi di 3 persone, ma non c'è ancora conferma ufficiale di tale numero. I vigili del fuoco hanno trovato l'automobile fra tra le macerie del viadotto. Le condizioni in cui si trovavano vettura e corpi tali da rendere al momento difficile stabilirlo con certezza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata