Pomeriggio 5 parla del 36enne autistico scomparso da Roma

Milano, 8 dic. (LaPresse) - A Roma il 10 giugno scorso è scomparso Daniele, un ragazzo autistico di 36 anni, e Barbara d'Urso si collega in diretta dallo studio di 'Pomeriggio Cinque' su Canale 5 con la famiglia del ragazzo. Il figlio di Rita e Francesco era andato in gita a Roma con alcuni ragazzi diversamente abili, per incontrare il Papa. Il gruppo, però, nei pressi della stazione Termini di Roma, ha perso di vista Daniele, che non si trova più da ormai sei mesi.

"Mio figlio - racconta Francesco, padre del ragazzo - non aveva il cellulare dietro il giorno della scomparsa. Gli operatori l'hanno perso di vista e lui da solo non è in grado di tornare. Daniele sarebbe dovuto essere custodito dagli operatori, non capisco come sia potuto succedere. Forse chi ha organizzato la gita a Roma non ha pensato alle difficoltà. Daniele non ha nulla con sé, né soldi, né documenti, non so proprio come stia riuscendo a sopravvivere, è come un bambino. Ormai sono sei mesi che è sparito. Al di fuori dei volontari, io non sono stato aiutato dalle forze dell'ordine. Non solo: mio figlio è scomparso alle 9 del mattino, mentre io sono stato avvisato solo alle 17.30. Non so perché non mi abbiano avvisato immediatamente dopo la sua scomparsa.

Alcune segnalazioni "che siano veritiere o no - continua Francesco - lo danno ancora a Roma. Io ci sono stato tre mesi, finché avevo la forza fisica ed economica. So per certo che Daniele non è più a Termini, perché io non l'ho visto, magari è in qualche monastero". "Se qualcuno ci può aiutare a stare a Roma - aggiunge Luca, fratello di Daniele - spero che si faccia avanti. Se qualcuno ci può fornire una casa o una seconda casa, io e mio padre potremmo tornare a cercarlo a Roma".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata