Polizia contro truffe su internet, 5 arresti fra Roma e Pesaro

Roma, 30 nov. (LaPresse) - La polizia postale e delle comunicazioni di Roma ha concluso un'indagine sul phishing (truffa via internet attraverso la quale un viene ingannata la vittima convincendola a fornire informazioni personali sensibili) nella sua più recente versione, lo smishing: una truffa che inizia con un sms che rimanda l'ignaro utente su pagine web identiche a quelle di siti commerciali, di operatori telefonici e di istituti di credito, finalizzati alla cattura dei dati delle carte di credito. Sono stati eseguiti cinque arresti a Roma e Pesaro e 15 perquisizioni locali e personali nei confronti di cittadini italiani ed extracomunitari di età compresa tra i 30 ed i 55 anni a Roma, Pesaro, Napoli, Treviso, Trento, Vicenza, Cosenza, Vibo Valentia, Guidonia. Gli arresti sono stati eseguiti in flagranza di reato perchè i colpevoli sono stati trovati in possesso di carte di credito clonate pronte per l'utilizzo sia tramite internet che presso esercizi commerciali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata