Più di 5mila morti per abuso di droga fra il 2002 e il 2011

Roma, 20 giu. (LaPresse) - Tra il 2002 e il 2011 sono stati registrati in Italia 5.237 decessi per abuso di sostanze stupefacenti. Dopo un andamento altalenante dal 2002 al 2007, si è registrata una costante diminuzione fino al 2011 con 362 casi (-3,21% rispetto al 2010). Il picco più alto si è avuto nel 2004 e 2005 con 653 casi. E' quanto emerge dal 'Rapporto annuale 2011' sul traffico di sostanze stupefacenti, reso noto dalla Direzione centrale per i servizi antidroga e redatto sulla base dei dati provenienti dall'attività di contrasto svolta dalle forze di polizia. Nel 2011, spiega ancora la polizia nel rapporto, la causa del decesso (quando nota) è stata attribuita all'eroina in 174 casi, alla cocaina in 29, al metadone in 15, all' ecstasy in 1, all'hashish in 1, alla metamfetamina in 1 ed ai barbiturici in 2 casi; in 139 casi la sostanza non è stata indicata nelle relative segnalazioni. La fascia di età maggiormente colpita è stata quella intorno ai 40 anni. Le Regioni d'Italia dove si è avuto il maggior numero di decessi sono state la Campania (61) il Lazio (41) e il Piemonte (39).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata