Pisa, astronomo trovato morto per strada: era il nipote di don Milani

L'ipotesi più probabile è che sia stato vittima di un malore. Nel 2010 ha vinto il "Brouwer Award", assegnato dalla Division on Dynamical Astronomy della American Astronomical Society

Il professor, Andrea Milani Comparetti, astronomo e docente di matematica all'Università di Pisa, è stato trovato senza vita in un fosso lungo via Volta, a Ghezzano, piccolo centro alle porte di Pisa nel comune di San Giuliano Terme. Il professore universitario aveva 70 anni ed era nipote di don Lorenzo Milani, il priore di Barbiana morto nel 1967, celebre autore di Lettera a una professoressa e L'obbedienza non è più una virtù. Il ritrovamento del corpo è avvenuto mercoledì sera intorno alle 22. Sono stati i familiari a far scattare le ricerche qualche ora prima non vedendolo rientrare a casa, nel centro di Pisa, poco dopo le 19. L'ipotesi più probabile è che il docente possa essere stato vittima di un malore mentre pedalava in sella alla sua bicicletta. Non si esclude un urto contro un'auto pirata anche se non sarebbero state rinvenute ferite compatibili a scontri con veicoli.

Nato a Firenze nel 1948, Andrea Milani era figlio di Adriano Milani Comparetti, neuropsichiatra pioniere nella riabilitazione neuropsichiatrica infantile. Laureato in matematica all'Università di Milano nel 1970, si era perfezionato alla Scuola Normale di Pisa. Si è occupato specialmente di meccanica celeste, interessandosi in questo ambito di asteroidi, in particolare di comete. Un suo speciale interesse fu la prevenzione di possibili impatti di corpi cosmici con la Terra. Nel 2010 ha vinto il "Brouwer Award" assegnato dalla Division on Dynamical Astronomy della American Astronomical Society. All'astronomo è stato dedicato l'asteroide 4701 Milani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata