Pisa, cadavere legato a un palo trovato in un fosso: ipotesi di suicidio

Il corpo presenterebbe segni di violenza

È un caso suicidio di suicidio il giallo del cadavere legato ad un palo, con un filo di ferro intorno al collo, trovato in un fosso che costeggia via del Brennero, a San Giuliano Terme. Questa l'ipotesi verso cui propendono gli investigatori della squadra mobile della questura di Pisa dopo aver fatto una serie di accertamenti e di indagini.

Il cadavere è stato identificato: si tratta di un 60enne, residente a San Giuliano Terme, commesso in un negozio, sposato e senza figli, in depressione da qualche tempo. Il 60enne si sarebbe procurato una morte per soffocamento. Non ci sono segni evidenti di altre violenze sul corpo. Sul posto erano intervenuti gli agenti della squadra mobile e della polizia scientifica, oltre al medico legale e al personale medico del 118. Sarà, però, l'autopsia a togliere ogni dubbio sulle cause della morte.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata