Perugia, primo trapianto di organi del 2016: fegato, reni e cornee
Due equipe mutidisciplinari e 50 operatori sanitari sono stati impegnati per le operazioni di espianto e trapianto

Roma, 4 gen. (LaPresse) - Prima donazione di organi  del 2016 all'ospedale S. Maria della Misericordia di Perugia. Due equipe mutidisciplinari sono state impegnate durante  la notte  scorsa per il prelievo di fegato, reni e cornee su un paziente di 63 anni, deceduto nel reparto di Rianimazione a seguito di una emorragia cerebrale. Dopo le procedure di accertamento morte, l'equipe dei chirurghi coordinata dal dottor Francesco De Santis, ha  eseguito l'intervento di espianto. Il fegato è risultato compatibile con un paziente ricoverato presso un ospedale  di Roma, mentre i reni permetteranno a due cittadini umbri di non sottoporsi più a dialisi peritoneale. Si tratta di una donna di 69 anni della provincia di Perugia e di un uomo di 50 anni della provincia di Terni. Entrambi i pazienti sono stati allertati nella tarda serata di domenica 3 gennaio, individuati  attraverso il Registro nazionale delle donazioni di organi. Ora  si trovano ricoverati pressi la struttura di Nefrologia diretta dal dottor Emidio Nunzi.
 

Nelle diverse fasi degli interventi chirurgici e assistenziali si calcola che siano stati impiegati  50 operatori sanitari,  attivati dal Centro regionale trapianti diretto dalla dottoressa Tiziana Garzilli. Del gruppo fanno parte oltre a personale infermieristico e tecnici di sala operatoria, anche anestesisti, coordinati dalla dottoressa Antonietta Massoni e  specialisti di anatomia patologica (dottoressa Daniela Fenocchio). Per la donazione delle cornee, trasferite alla Banca degli occhi di Fabriano, è intervenuto il dottor Francesco Piccinelli dirigente medico della struttura di oculistica del S. Maria della Misericordia. Gli interventi chirurgici dei reni verranno eseguiti in mattinata dall'equipe del dottor Paolo Baccari.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata