Perugia, deraglia treno pendolari: 23 feriti in modo non grave

Perugia, 8 apr. (LaPresse) - E' di 23 di feriti, in condizioni non gravi, il bilancio di un incidente ferroviario avvenuto questa mattina in provincia di Perugia, in località Montecastelli, nel comune di Umbertide, nella tratta Sansepolcro-Perugia. Il convoglio (corsa 205), composto da due carrozze, era partito da Sansepolcro alle 5.45. Giunto a Montecastelli alle 6.24, all'uscita dell'omonima galleria, il macchinista ha trovato i binari invasi da terra e pietre, a causa di uno smottamento franoso che aveva causato la rottura e il ribaltamento del muro di trincea adiacente la sede ferroviaria. Come spiega Umbria mobilità, la società che gestisce la rete ferroviaria interessata, nonostante il tentativo di fermare il treno, la carrozza anteriore è uscita dai binari, appoggiandosi sul muro di contenimento e inclinandosi di circa 70 gradi. Sono in corso le operazioni di rimozione delle carrozze dalla sede ferroviaria per permettere alla circolazione dei treni di riprendere il più presto possibile. Nel frattempo la società ha attivato il servizio sostitutivo con autobus nella tratta Trestina-Umbertide.

Delle 23 persone ferite 11 sono state portate all'ospedale di Umbertide e 12 in quello di Città di Castello. Complessivamente sono stati assistiti 6 uomini e 17 donne adulte, quasi tutti residenti nei Comuni di Città di Castello e Umbertide; fanno eccezione un cittadino residente a Perugia, una a San Giustino e uno ad Apecchio. Al momento dell'accettazione in pronto soccorso, 15 di loro erano in codice verde e 8 in codice giallo. Tutti sono già stati dimessi in buone condizioni cliniche e per alcuni di loro è stato attivato un supporto psicologico. La prognosi è compresa tra i 7 e i 15 giorni. Resta ancora sotto osservazione, in via precauzionale, una donna.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata