Perugia, arrestato finto mago, approfittava sessualmente delle clienti

Perugia, 6 giu. (LaPresse) - La squadra mobile di Perugia ha arrestato Gabriele Campanelli, nato a Ripatransone in provincia di Ascoli Piceno. L'uomo dovrà scontare 5 anni e 6 mesi per i reati di violenza sessuale e truffa aggravata. I fatti risalgono al 1997, quando l'uomo si spacciava per mago e come tale provvedeva a togliere le fatture , risolvendo problemi fisici di ogni tipo, ottenendo dai pazienti cifre esorbitanti per i servizi prestati e in alcuni casi approfittandosi sessualmente delle sue clienti. Campanelli esercitava la professione di fisioterapista a Monteprandone (Ascoli Piceno) presso la sua abitazione, ma a seguito delle indagini è stato accertato che l'uomo era privo di abilitazione ed in possesso solo del titolo di studio della licenza elementare. Dall'attività di investigazione è risultato che il guaritore, nel proprio studio, dove mostrava un attestato falso di fisioterapista, praticava massaggi curativi e per il completamento della terapia richiedeva agli assistiti una foto al fine di ottenere la loro guarigione attraverso l'effigie. In altri casi convinceva le persone che erano destinatarie di fatture mortali e che era necessario curarle tempestivamente. Dalle testimonianze delle vittime è stato accertato che nel gennaio 1996 aveva tentato di abbracciare e baciare una cliente con la scusa che quella fosse una terapia necessaria per aiutare il fidanzato affetto da grave malattia. Nel marzo 1997 ha proposto ad una cittadina slovacca di passare la notte con lui in modo da praticarle alcuni riti magici. L'uomo non è nuovo alle forze dell'ordine: negli anni '90 era stato denunciato per ricettazione e negli anni '70/'80 era stato arrestato 2 volte per simulazione di reato, per sfruttamento della prostituzione, e denunciato in molte occasioni per ricettazione e furti aggravati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata