Perseguitato da badante: carabinieri salvano disabile in fuga
L'intervento dei militari in via Appia Nuova

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, ieri pomeriggio, in transito in via Appia Nuova, all'altezza di Furio Camillo, hanno notato un anziano in carrozzella elettrica che, affannato, percorreva la strada contromano, con gli automobilisti che per evitarlo  eseguivano manovre azzardate con grave pericolo per la circolazione e per il disabile stesso. In effetti, i Carabinieri hanno poi scoperto che l'uomo scappava dal suo ex badante, che aveva licenziato lo scorso mese di luglio e che da allora lo perseguitava e stava tentando di suicidarsi. I militari hanno tranquillizzato l'anziano, accompagnandolo a casa e facendosi raccontare quanto gli stava accadendo.

 L'ex badante, un cittadino romeno di 24 anni, non  aveva accettato di essere stato licenziato e da giorni perseguitava l'anziano, riuscendo comunque ad introdursi in casa sua, facendogli continui dispetti, rendendogli la vita difficile, cagionandogli un perdurante e grave stato di ansia e di paura, ingenerandogli un fondato timore per la propria incolumità, costringendolo ad alterare le proprie abitudini di vita. Giunti a casa della vittima, i Carabinieri hanno sorpreso l'ex badante all'interno dell'abitazione che li ha anche aggrediti violentemente. A quel punto i militari lo hanno arrestato e portato in caserma. Successivamente l'uomo è stato tradotto presso il carcere di Regina Coeli, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Dovrà rispondere di atti persecutori, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata