Perquisite ad Aprilia due abitazioni ritenute appoggi per Amri
L'operazione è stata coordinata dal pm Francesco Scavo

Nell'ambito delle indagini su Anis Amri, il presunto terrorista di Berlino ucciso dalla polizia a Milano, sono state perquisite due abitazioni ad Aprilia dove si ritiene che Amri fosse stato in passato e che avesse degli appoggi. L'operazione è stata coordinata dal pm Francesco Scavo della procura di Roma che indaga sulla vicenda.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata