Percepivano finanziamenti pubblici indebitamente, 14 denunce a Genova

Genova, 6 feb. (LaPresse) - Quattordici persone sono state denunciate dalla guardia di finanza di Genova per associazione per delinquere, finalizzata alla truffa aggravata ai danni dello Stato. Tutte sono ritenute responsabili di aver indebitamente percepito finanziamenti pubblici per un importo di oltre 1 milione e 200mila euro attraverso un meccanismo semplice: due commercialisti genovesi, poi risultati artefici della truffa, ingaggiavano parenti, amici o persone compiacenti, in alcuni casi soggetti che si trovavano in stato di disagio economico, affinché si prestassero ad assumere la titolarità di imprese, nei settori finanziati del noleggio di macchinari ed attrezzature edili, dei servizi di accesso ad internet o delle consulenze tributarie, allo scopo di ricevere le agevolazioni pubbliche e cessare subito dopo l'attività. Le iniziative economiche quindi, nonostante la legge preveda che la condizione necessaria per ottenere i contributi sia un'attività continua per almeno cinque anni, venivano tenute, invece, solo il tempo strettamente necessario ad ottenere i finanziamenti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata