Pensione da vedovo a uomo risposato: truffa da 80mila euro
Il responsabile è stato denunciato per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falso

I finanzieri della compagnia della guardia di finanza di Vibo Valentia hanno scoperto una truffa perpetrata ai danni dell'Inps da un uomo che, per diversi anni, ha percepito la 'pensione ai superstiti' senza averne diritto.

In particolare, le indagini svolte hanno permesso di accertare che il medesimo, già beneficiario, a seguito del decesso della moglie, della citata erogazione previdenziale, nel 2001 ha contratto nuovo matrimonio omettendo, tuttavia, di farne pervenire comunicazione all'ente previdenziale, ben consapevole del fatto che tale variazione dello stato civile (da vedovo a coniugato) gli avrebbe causato la perdita del beneficio in rassegna. L'uomo ha quindi percepito indebitamente, dal mese di gennaio 2002 al mese di febbraio 2015, mensilità di pensione per l'importo di 80mila euro.

Le fiamme gialle vibonesi hanno provveduto a deferirlo alla locale procura della Repubblica per i reati di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falso, richiedendo ed ottenendo dall'autorità giudiziaria la misura cautelare del sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente delle somme indebitamente percepite.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata