Pedopornografia, cinque arresti a Firenze e 30 denunce
L'indagine è partita alla fine del 2015 dopo una segnalazione

Cinque persone sono state arrestate e altre 30 denunciate dalla polizia postale di Firenze per detenzione di materiale pedopornografico. L'indagine è partita alla fine del 2015 dopo una segnalazione: la polizia ha quindi avviato un'attività sottocopertura che ha permesso di scoprire i numerosi utenti che condividevano il materiale pedopornografico grazie a programmi di file sharing. Nello specifico sono stati individuati 44 soggetti di nazionalità italiana e altri 120 tra Europa, Stati Uniti e America Latina, tutti responsabili di aver condiviso in rete video ed immagini dai contenuti pedopornografici ritraenti soggetti minori ben al di sotto dei 10 anni.

Dopo 6 mesi di indagini gli inquirenti hanno concentrato i loro sforzi su una cerchia ristretta di cittadini italiani, procedendo a perquisizioni personali e domiciliari: i controlli hanno permesso il rinvenimento di foto e video. Attraverso l´Interpol verranno interessate le polizie dei Paesi stranieri dove sono avvenute le connessioni da parte degli altri individui che hanno divulgato i file contenenti le immagini pedo, affinché si proceda nei loro confronti secondo gli accordi previsti dalla convenzione di Lanzarote.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata