Pedofilia, Vaticano: Rispettiamo silenzio su processo Pell

Città del Vaticano, 12 dic. (LaPresse) - "La Santa Sede ha il massimo rispetto per le autorità giudiziarie australiane ed è consapevole che c'è un provvedimento in atto che impone il silenzio, lo rispettiamo". Così il portavoce della Santa Sede, Greg Burke, commenta le indiscrezioni che provengono dall'Australia, secondo cui il cardinale George Pell, prefetto dell'Economia in Vaticano, sarebbe stato condannato nel processo per pedofilia a suo carico a Melbourne. In Australia vige il 'Suppression Order' fino a sentenza, che si dovrebbe avere all'inizio di febbraio. Si tratta di un ordine del tribunale che vieta alle parti in un'azione legale, avvocati, testimoni e giurati di rilasciare dichiarazioni alla stampa in merito a un caso in corso a cui partecipano.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata