Pavia, in manette professore universitario e imprenditore edile

Pavia, 7 feb. (LaPresse) - I carabinieri del nucleo investigativo di Pavia, in collaborazione con la guardia di finanza, hanno arrestato un professore della facoltà di ingegneria dell'università di Pavia, mentre un impresario edile è finito ai domiciliari. Un dirigente del settore urbanistica del Comune di Pavia è stato sospeso dall'esercizio di un pubblico ufficio o servizio. L'accusa per tutti è corruzione, falso.

Gli inquirenti hanno individuato una lottizzazione abusiva di terreni a scopo edilizio. Sotto la lente di carabinieri e guardia di finanza la società Punta Est srl, che avrebbe realizzato opere edilizie residenziali di libera vendita, in violazione della originaria concessione alla costruzione esclusiva di edifici per residenze e servizi universitari. Con l'università di Pavia la società aveva infatti firmato una convenzione che permetteva la realizzazione solo delle residenze studentesche. Poi una successiva concessione aveva allargato le possibilità, ed è su questa che hanno acceso i fari gli inquirenti, giudicandola illegittimamente rilasciata.

Un cantiere di 9mila metri quadri e alcuni immobili in costruzione, del valore edilizio di circa 3 milioni di euro, sono stati sequestrati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata