Papa: Obiezione coscienza va fatta con rispetto, cercare dialogo

Roma, 17 mag. (LaPresse) - "La scelta dell'obiezione di coscienza, quando necessaria, va compiuta con rispetto, perché non diventi motivo di disprezzo o di orgoglio ciò che deve essere fatto con umiltà, per non generare in chi vi osserva un uguale disprezzo, che impedirebbe di comprendere le vere motivazioni che vi spingono". Così Papa Francesco, ricevendo in udienza i membri dell'Associazione Cattolica Operatori Sanitari (Acos). "È bene invece cercare sempre il dialogo, soprattutto con coloro che hanno posizioni diverse - ha aggiunto - Mettendosi in ascolto del loro punto di vista e cercando di trasmettere il vostro, non come chi sale in cattedra, ma come chi cerca il vero bene delle persone. Farsi compagni di viaggio di chi ci sta accanto, in particolare degli ultimi, dei più dimenticati, degli esclusi: questo è il miglior modo per comprendere a fondo e con verità le diverse situazioni e il bene morale che vi è implicato".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata