Papa: Mai cedere ad atti eutanasia o di suicidio assistito

Roma, 3 gen. (LaPresse) - "Cari operatori sanitari, ogni intervento diagnostico, preventivo, terapeutico, di ricerca, cura e riabilitazione è rivolto alla persona malata, dove il sostantivo “persona”, viene sempre prima dell'aggettivo “malata”. Pertanto, il vostro agire sia costantemente proteso alla dignità e alla vita della persona, senza alcun cedimento ad atti di natura eutanasica, di suicidio assistito o soppressione della vita, nemmeno quando lo stato della malattia è irreversibile". Così Papa Francesco, nel Messaggio per la 28/a Giornata Mondiale del Malato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata