Papa: Lamentarsi della vita la rende malata spiritualmente

Milano, 20 apr. (LaPresse) - "Spesso a ostruire la speranza è la pietra della sfiducia. Quando si fa spazio l'idea che tutto va male e che al peggio non c'è mai fine, rassegnati arriviamo a credere che la morte sia più forte della vita e diventiamo cinici e beffardi, portatori di malsano scoraggiamento. Pietra su pietra costruiamo dentro di noi un monumento all'insoddisfazione, il sepolcro della speranza. Lamentandoci della vita, rendiamo la vita dipendente dalle lamentele e spiritualmente malata". Così Papa Francesco durante l'omelia della Veglia Pasquale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata