Papa: Insostenibile pedofilia nella Chiesa, agirò con severità

Città del Vaticano (Vaticano), 13 lug. (LaPresse) - "Molti miei collaboratori che lottano con me mi rassicurano con dati attendibili che valutano la pedofilia dentro la Chiesa al livello del due per cento. Questo dato dovrebbe tranquillizzarmi ma debbo dirle che non mi tranquillizza affatto. Lo reputo anzi gravissimo. Il due per cento di pedofili sono sacerdoti e perfino vescovi e cardinali. E altri, ancor più numerosi, sanno ma tacciono, puniscono ma senza dirne il motivo. Io trovo questo stato di cose insostenibile ed è mia intenzione affrontarlo con la severità che richiede". Così sulla pedofilia papa Francesco in un colloquio con Eugenio Scalfari su 'la Repubblica'. "Gesù - ha spiegato - amava tutti, perfino i peccatori che voleva redimere dispensando il perdono e la misericordia, ma quando usava il bastone lo impugnava per scacciare il demonio che si era impadronito di quell'anima".

"La Chiesa - ha continuato - lotta perché il vizio sia debellato e l'educazione recuperata. Ma anche noi abbiamo questa lebbra in casa".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata