Papa Francesco nelle terre di Padre Pio: "Paese che litiga non cresce"
Il pontefice a Pietrelcina e a San Giovanni Rotondo: "Aiutiamo i giovani costretti a recarsi altrove per cercare lavoro. E proteggiamo gli anziani"

Uno sguardo agli ultimi, agli scartati, ai piccoli e agli anziani e su tutto un monito: "Un paese che litiga tutti i giorni non cresce, non si costruisce; spaventa la gente. È un paese malato e triste". Papa Francesco, in visita nelle terre di san Padre Pio da Pietrelcina, è atteso da una folla festosa di fedeli. Nel paese del Beneventano, che ha dato i natali al frate cappuccino con le stigmate, Bergoglio è accolto dall'arcivescovo di Benevento, Felice Accrocca, e dal sindaco Domenico Masone.

Il Pontefice prima prega nella Cappella delle Stimmate, poi nel piazzale della chiesa incontra i fedeli e la comunità dei cappuccini. Qui Bergoglio invita tutti a trovare pace e fraternità. "In un paese dove si cerca la pace - dice - dove tutti si vogliono bene, più o meno, ma si vogliono bene, non ci si augura del male, questo paese, benché piccolo, cresce, cresce, cresce, si allarga e diventa forte".

Parlando a braccio il Papa esalta il valore della concordia con parole che sembrano anche un commento indiretto al quadro dell'Italia emerso dalle urne del 4 marzo scorso. L'invito rivolto dal Papa alla gente di Pietralcina a non "perdere tempo e forze a litigare fra voi: Questo non fa nulla. Non ti fa crescere! Non ti fa camminare". Poi auspica che 'una volta' il Nobel della pace vada agli anziani, perchè, spiega: "I vecchi sono un tesoro, per favore non emarginate i vecchi!". Poi un pensiero alle terre martoriate dalla crisi economica e dalla disoccupazione. "Auspico che questo territorio possa trarre nuova linfa dagli insegnamenti di vita di padre Pio in un momento non facile come quello presente - afferma il Papa - mentre la popolazione decresce progressivamente e invecchia perché molti giovani sono costretti a recarsi altrove per cercare lavoro. L'intercessione del vostro Santo concittadino sostenga i propositi di unire le forze, così da offrire soprattutto alle giovani generazioni prospettive concrete per un futuro di speranza".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata