Papa Francesco: Le parole uccidono, non insultate nessuno

Città del Vaticano (Vaticano), 7 set. (LaPresse) - "Voi sapete che anche le parole uccidono. Quando io sparlo, faccio una critica ingiusta, spello con la mia lingua un fratello: anche questo è uccidere". Lo ha detto a braccio papa Francesco all'Angelus in piazza San Pietro, commentando il vangelo di Matteo sulla correzione fraterna. "È molto brutto - ha aggiunto - vedere uscire dalla bocca di un credente un insulto. Niente insulto, capito? Insultare non è cristiano".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata