Papa: Dio spinge popolo piccoli e poveri a costruire ponti e non muri

Città del Vaticano, 31 dic. (LaPresse) - "Penso alle tante persone coraggiose, credenti e non credenti, che ho incontrato in questi anni e che rappresentano il 'cuore pulsante' di Roma. Davvero Dio non ha mai smesso di cambiare la storia e il volto della nostra città attraverso il popolo dei piccoli e dei poveri che la abitano: Egli sceglie loro, li ispira, li motiva all'azione, li rende solidali, li spinge ad attivare reti, a creare legami virtuosi, a costruire ponti e non muri. È proprio attraverso questi mille rivoli dell'acqua viva dello Spirito che la Parola di Dio feconda la città e da sterile la rende 'madre gioiosa di figli'". Così Papa Francesco nell'omelia dei primi Vespri della Solennità di Maria Santissima Madre di Dio, che si celebrano nella Basilica Vaticana.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata