Papa: Cuba cerchi nuove vie per superare il marxismo

Città del Messico (Messico), 23 mar. (LaPresse/AP) - Papa Benedetto XVI ha denunciato le violenze legate alla droga che dilagano in Messico e ha esortato i cubani a usare il dialogo per trovare nuovi modelli da sostituire al marxismo. Il Santo Padre ha parlato durante il volo che lo porterà a Città del Messico. Il Pontefice ha sostenuto che "l'idolatria del denaro" è la causa delle violenze che dal 2006 hanno provocato la morte di oltre 47mila persone in Messico. "La grande responsabilità della Chiesa - ha aggiunto - è di educare la coscienza, insegnare la morale, strappare la maschera dell'idolatria del denaro che schiavizza l'umanità e di mostrare a tutti la falsa promessa che si cela dietro".

Analizzando poi la situazione a Cuba, altra meta del suo viaggio, Benedetto ha detto che secondo lui "è evidente che l'ideologia marxista così come è stata concepita non risponde più alla realtà". Ha quindi invitato i cubani a "trovare nuovi modelli, con pazienza e in modo costruttivo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata